• Lubiana, Cineteca Slovena / Nomadica, labirinti di luce.

    On: 7 Gennaio 2020
    In: 2020, Senza categoria
    Views: 1647
     Like

    Cineteca Slovena, Lubiana. 16 Gennaio 2020, h20.00
    “Labirinti di luce”, un programma a cura di Nomadica
    (saranno presenti Giulia Mazzone e Giuseppe Spina)

    Nomadica è un network per il cinema di ricerca che ha sede in Italia. In modo del tutto libero dalle trafile distributive e produttive, Nomadica sostiene la creazione e la circolazione di opere realizzate da cineasti e artisti che lavorano in modo autonomo. Dei sei film d’animazione che compongono il programma solo il primo Il muro (1970) ha alle spalle una società di produzione (la mitica Corona Cinematografica, società romana che dalla fine degli anni ’40 produsse migliaia di film non solo di autori affermati ma anche di giovani cineasti sperimentali), ma questa e le altre opere sono il risultato di gesti artistici solitari e/o appartati. Ed è proprio l’atto di creazione – come luce che emerge, è contenuta ed esplode dal buio – che diviene il tema centrale e la suggestione alla base del percorso qui proposto.
    Manfredo Manfredi (MM), nato nel 1934, studia architettura e nel 1958 si diploma in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma, che negli anni ’60, è uno dei centri artistici più attivi al mondo: suoi amici sono Pascali, Kounellis, Ceroli, Piruca, artisti che hanno segnato la ricerca italiana. La sua sperimentazione nel campo del cinema d’animazione inizia nel 1963 e pur appartenendo alla fase in cui MM seguiva le classiche tecniche dell’animazione, Il muro presenta delle rilevanti ibridazioni: il disegno su rodoide si intreccia alla pittura animata e all’elaborazione di emulsione su pellicola, con un ritmo incalzante e ricco di sovrapposizioni e fader incrociati.
    Con Dedalo (1976) MM si ritrova per la prima volta a lavorare in totale solitudine: una matita a carboncino e dei fogli di carta, non crea movimenti e zoom con la verticale (strumento usato nel cinema d’animazione classico, la macchina da presa veniva fissata su un’asse verticale e dall’alto veniva mossa per dare movimento ai disegni) ma li disegna direttamente sul foglio, creando una sorta di scatola cinese. Allarga il quadro del fotogramma rispetto all’area del disegno, e mette in mostra l’illusione stessa dell’animazione, ne rivela il meccanismo artistico. Grazie all’unicità della sua forza poetica Dedalo riceve il Gran Premio al festival d’animazione d’Ottawa e una nomination all’Oscar.
    Negli anni a seguire MM lavora all’interno della società Cineteam, realizzando sigle TV e spot pubblicitari che sono veri esperimenti tecnici e artistici, e così bisognerà attendere gli anni ’90 per giungere a nuove importanti opere. Tra queste proponiamo il Canto XXVI dell’Inferno di Dante (1997), realizzato con la tecnica della pittura su vetro. Pennellata dopo pennellata, frame dopo frame, l’artista compone i suoi quadri, li trasforma e li distrugge. Non resta traccia dei dipinti se non nella pellicola che li ha impressionati e nella memoria di ognuno di noi.
    Nomadica è anche e soprattutto una zona franca fatta di legami e di incontri. Lo scambio e l’intreccio tra artisti, intellettuali, tecnici, porta a nuovi percorsi da esplorare. Così la collaborazione con MM ha condotto alla realizzazione del suo Lo spirito della notte (2018). Dopo quasi vent’anni fuori dal cinema e interamente dedicati alla pittura, sfodera un linguaggio vivace e divertito, “giocando” con decine di tecniche, affrontando il digitale e confermando la sua maestria. L’incontro avviene con Giuseppe Spina, che in questo film si occupa del montaggio e aiuta MM alla regia, e con Andrea Martignoni che ne cura i suoni.
    Gli ultimi anni sono stati al contempo segnati da una serie di incontri: in collaborazione con Leonardo Carrano, artista legato al cinema d’animazione sperimentale, è nato Màcula (2018), bizzarra e cupa opera che intreccia disegni su carta, differenti elaborazioni chimiche su emulsione Fujifilm 35mm, la voce e i testi del genio del teatro italiano Antonio Rezza e la musica del M° Ennio Morricone. Màcula ha alla base degli studi sul fenomeno entoptico (entós ‘dentro’ e optikós ‘del vedere’), si tratta di percezioni visive, macchie di luce, che si generano direttamente all’interno del globo oculare, soprattutto in condizioni prolungate di oscurità. Luminous variations in the city skies (2019), è ad oggi l’ultima animazione, un film realizzato con migliaia di lastre fotografiche degli anni ’50, da noi ritrovate alla Torre della Specola di Bologna: uno sguardo silenzioso verso le stelle e il passato, attraverso l’invenzione – ancora un atto creativo – di un grande scienziato.

    http://www.kinoteka.si
    http://www.kinoteka.si/si/463/748/Animateka_Labirinti_svetlobe.aspx

    PROGRAMMA (durata 70 minuti)

    Il muro di Manfredo Manfredi (Ita, 12’, 1970)
    Il muro riflette sulla condizione dell’arte di fronte alla distruzione della società post-atomica. Attraverso situazioni allegoriche dipinte con suggestive animazioni dai tratti marcati e aspri che prediligono i toni cromatici freddi, il film ritrae con dura rassegnazione lo sguardo e l’impossibilità di un’artista davanti al destino di morte e consunzione di un’intera società.


    Dedalo di Manfredo Manfredi (Ita, 11’, 1976)
    Composto da disegni su carta dai forti contrasti chiaroscurali, il film esprime una tensione metafisica attraverso un raffinato equilibrio grafico e una trama onirica che evidenzia una chiara dimensione autoriale e d’artista.

    Dante. La Divina Commedia, Inferno, Canto XXVI di Manfredo Manfredi (Ita, 10’, 1997)
    È il canto di Ulisse, ci si trova nell’ottava Bolgia dell’ottavo Cerchio dell’Inferno, il girone infernale dove sono puniti i consiglieri di frode. Realizzato con la tecnica della pittura su vetro.

    Lo spirito della notte di Manfredo Manfredi (Ita, 12’, 2018)
    L’artista ritorna nel suo atelier, di notte. Le fantasie, le inquietudini, i ricordi si sovrappongono e prendono vita, fino all’alba, quando il mondo riprende la routine quotidiana.
    “La notte è spesso intesa come un luogo “altro” dove la mente si avventura nell’approssimarsi del sogno o nella lucida speculazione intellettuale. La notte è spesso un luogo dell’arte ed è a questo spazio fisico e mentale che si rivolge questo breve film” (MM).

    Màcula di Giuseppe Spina e Leonardo Carrano (Ita, 19’, 2018)
    In un indefinito spazio nero emerge a fatica la figura di un essere. Màcula ha contorni vaghi, vive nel buio come può e il suo sistema nervoso è sganciato, acrobatico verso la dissoluzione. Il film è un duello tra luce e buio, tra l’elaborazione di pellicola 35mm e i disegni animati su fondo nero. Il testo e la voce sono di Antonio Rezza, la musica di Ennio Morricone.

    Luminous variations in the city skies di Giuseppe Spina (Ita, 6’, 2019)
    Tra il 1932 e il 1957, alla Torre della Specola di Bologna, fu inventata una tecnologia ottica che rivoluzionò il metodo di osservazione dello Spazio. Una serie di specchi esagonali affiancati l’uno all’altro, vennero posti alla base della torre. Perpendicolare agli specchi venne montata una macchina fotografica mobile, che impressionò migliaia di lastre di vetro, compiendo una rassegna sistematica del cielo zenitale della città. Fu l’astronomo triestino Guido Horn D’Arturo a ideare e realizzare in trent’anni di ricerche lo “specchio a tasselli”, oggi alla base dei telescopi più avanzati.  Le lastre fotografiche – ricche di immagini puntiformi, e oggi di macchie ed emulsioni deteriorate dal tempo – sono state riprese mediante processi di ingrandimento e cinematografate.

    Read More
  • Reflecting thought : Stan Brakhage (1985)

    On: 28 Febbraio 2015
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like

    Reflecting thought : Stan Brakhage (USA, 1985, 28′)

    creator & writer : Howie Movshovitz;
    producer & director : Jason Starr;
    executive producer : KRMA-TV (Television station : Denver, Colorado)
    italian subtitles : Sara Canciani

    Si immagini un occhio non governato da leggi prospettiche artificiali,
    un occhio non pregiudicato da logiche compositive,
    un occhio che non risponda al nome di ogni cosa
    ma debba conoscere ogni oggetto incontrato nella vita
    attraverso un’avventura percettiva.
    Quanti colori ci sono in un prato
    per il bambino che gattona inconsapevole del “verde”?
    Quanti arcobaleni può creare la luce
    per l’occhio non istruito? […]
    Si immagini un mondo prima del “In principio era la parola”.
    (Stan Brakhage, da “Metaphors on Vision”/”Metafore della visione”, Film Culture, 41, 1966 / ed. it. Feltrinelli, 1970)

    ***
    nota: nei sottotitoli in italiano la parola art = arte è stata tradotta per errore (o per eccesso di passione)  come heart = cuore.
    ***

    [ If you are a copyright owner and believe that your copyrighted works have been used in a way that constitutes copyright infringement, please contact us to: info@nomadica.eu ]

    Read More
  • Giuseppe Spina e Giulia Mazzone

    On: 29 Aprile 2014
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like
    Giuseppe and Giulia have been living and working together. Their collaboration concerns all aspects of the realization of their films, from writing to filming to post-production. They are the founders of Nomadica – a collective “thing” that interweaves cinema, science, art, thoughts, and screenings of any kind, place, and time.
    Nomadica is an ongoing permanent autonomous laboratory that approaches the moving image as a transversal medium with the potential to cross borders and open itself up to new explorations. Art (technē) is not a succession of standardized historiographies and narratives but a syncretic multitude of aesthetic and intellectual experiences.
    Nomadica promotes the diffusion and rethinking of experimental cinema through different methods — screenings, seminars, workshops, and online events.

    FILMS // FESTIVAL // PRESS

    FilmsScreeningsPress

    Impressio#3 Brescia – 2024, 20′, super8

    Impressio#2 Siracusa – 2023, 18′, super8 / HD

    Dove vanno i vecchi dèi che il mondo ignora (Where do the old ignored gods go?) – 2022, 67′

    Macchina Infinita – 2021, 11′, HD/Super8

    Luminous variations in the city skies – 2019, 6′, silent, photographic plates animation

    Màcula – 2018, 19′, 35mm handmade and animation on paper


    Impressio in-urbe #1 Bologna – 2017, 17′, Super8 / HD


    Romnì (Wife) – filmed in 2000 / edited in 2017, 20′, Hi8mm

    Città-Stato (’92-’94) – realized in different versions between 2008 and 2015, found footage S-VHS

    Jazz for a Massacre – 2014, 15′, 35mm

    Zauma – 2014, 16′, Super8/VHS/HD

    El tiempo del no tiempo – 2013, 44′, Digital Video

    Ouaga – Hommage a l’homme du 4 aout
    2009, 14’

    Même père même mère
    2008, 80′, DV / 16mm

    Impulso-Video #1-#n -> un testo sul metodo
    (2005-2017)

    2024/05 Sirene wAVe Movie, Ciclofficina Unza!, Milano
    2024/05 Bellaria Film Festival, Bellaria, Italy
    2023/12 Laceno d’Oro, Avellino, Italy
    2023/11 Laterale Film Festival on tour, Trieste, Italy
    2023/11 Torino Film Festival – Official selection, Italy
    2023/09 RAAA – Performing Arts Festival, Brescia, Italy
    2023/09 Lecce Film Fest (LFF), Lecce, Italy
    2023/08 V Fronteira, International Documentary and Experimental Film Festival, Brasil
    2023/06 INDEPENDENT FILM SHOW 23nd Edition, Fondazione Morra, Napoli, Italy
    2023/05 Cineteca di Bologna, Bologna, Italy
    2023/04 Memorie del Fuoco – Catania Film Fest + ZO Centro Culture Contemporanee, Catania, Italy
    2023/03 Millennium Film Workshop, Brooklyn, New York, USA
    2022/11 Torino Film Festival – Official selection, Italy
    2022/07 Analogica – Selection 10 // PR2, online
    2021/11 Antidoto, Teatro India, Roma, Italy
    2021/06 ENEAGRAMA – Festival Internacional de Cine Experimental, 4th ed., Córdoba, Argentina
    2021/05 15° Montreal Underground Film Festival, Canada
    2021/04 18° ICDOCS Iowa City International Documentary Film Festival, USA
    2021/04 56th Int. Festival of Science Documentary Films – AFO Academia Film Olomouc, Czech Republic
    2020/12 Analogica Selection 10, Italy
    2020/08 CROSSROADS 2020, San Francisco Cinematheque, USA
    2020/03 CABIN FEVER, covid-19 playlist of online experimental films & videos, USA /online
    2020/02 Rencontres Internationales Paris/Berlin [Video Library], France
    2020/02 RPM Festival, USA
    2020/01 Slovenska kinoteka, Slovenia
    2019/11 Cámara Lúcida – Encuentros Cinematográficos, Ecuador
    2019/11 Istanbul International Experimental Film Festival, Turkey
    2019/09 Unseen Festival, USA
    2019/06 Pesaro Film Festival, Italy
    2019/06 Laterale Film Festival, Italy
    2019/05 Designed Reminiscence Vol.2, Synesthesia Gallery, NY – USA
    2019/04 Lucca Film Festival / Europa Cinema, Italy
    2019/02 L’Œil d’Oodaaq – Oodaaq and Saint-Malo, France
    2019/02 Movimcat – The Moving Image Catalog  (online)
    2018/12 Piccolo Festival d’Animazione, Trieste – Italy
    2018/12 Interfilm – Berlin, Germany
    2018/11 Short Waves Festival: Best of Urban View, Kino Pałacowe, Poznań, Poland
    2018/10 Festival de cine extremo de Veracruz (Mexico)
    2018/10 Festival Internacional de Cine de Ponferrada (Films and Architecture), Spain
    2018/08 Disorder Festival, Eboli – Italy
    2018/05 Festival de Cine Experimental de Bogotá | CineAutopsia – Colombia
    2018/05 Festival Oodaaq – Images Nomades & Poétique (Rennes + Saint Malo) – France
    2018/03 Short Waves Festival, Poznań – Poland
    2018/02 Festival Regards sur le cinéma du monde, Paris/Rouen – France
    2017/12 Fincortex – Festival Internacional de Cortometrajes Experimentales, Tunja – Colombia
    2017/12 Lecce Film Fest – Festival del cinema invisibile, Italy
    2017/12 Festival CinemaZERO, Trento – Italy
    2017/11 Meta-Cinema, Bologna – Italy
    2017/11 INVIDEOInternational Exhibition of Video Art and Cinema Beyond, Milano – Italy
    2017/11 Archivio Aperto – Home Movies, Bologna – Italy
    2017/10 Animatou – Festival international du film d’animation, Genève, Switzerland
    2016/05 15° Festival Internacional de la Imagen di Manizales, Manizales, Colombia
    2016/05 Cineteca Distrettuale de Bogotà, Colombia
    2016 MONSTRA – Lisbon Animated Film Festival, Lisbon
    2016 Cinéma/Cinéma – Exposition d’art, Molenbeek-Saint-Jean, Bruxelles
    2016/01 Regard sur le cinéma du monde, Paris, France
    2015/12 12th Animateka International Animated Film Festival, Ljubljana, Slovenia
    2015/11 Animated DreamsBlack Nights Film Festival, Tallin (Estonia)
    2015/11 CutOut Fest, Mexico
    2015/10 ReAnimania, Yerevan (Armenia)
    2015/10 17th Wiesbaden International Weekend of Animation, Wiesbaden (Germany)
    2015/09 Bogotá Experimental Film Festival / CineAutopsia, Bogotà (Colombia)
    2015/05 Animasivo, Ciudad de México (México)
    2015/06 Annecy, Official selection, Annecy (France)
    2015/05 Torino Jazz Festival, Torino (Italy)
    2015/03 Lucca Film Festival, Lucca (Italy)
    2014/10 INVIDEOInternational Exhibition of Video Art and Cinema Beyond, Milano
    2014/10 Corti and Cigarettes Festival, Roma, Italy
    2014/08 FUSO – Anual de Vídeo Arte Internacional de Lisboa, Museu do Chiado, Portugal
    2014/08 Nomadica – Mostra per il cinema di ricerca, Capo d’Orlando, Italy
    2014/06 Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro, Pesaro, Italy
    2014/05 Rencontres Bandits-Mages, Bourges, France
    2014/03 Accademia di Belle Arti Bologna, Italy
    2014/01 SalaNomadica | SpazioMenomale, Bologna, Italy
    2013/12 Avvistamenti, Bisceglie, Italy
    2013/10 Festival di Cinema Latino Americano di Trieste, Italy
    2013/01 Cineteca Nazionale (Roma), Italy
    2012/10 I milleocchi – Trieste, Italy
    2011/05 Lucca Film Festival, Italy
    2010/01 IFFR – International Film Festival Rotterdam – Holland
    2009 EMAF – European Media Art Festival — Osnabrueck
    2009 Video_Dumbo, D.U.M.B.O. ARTS CENTER, Brooklyn, New York (2009)
    2009 INVIDEO – International Exhibition of Video Art and Cinema Beyond, Milano
    2008 flEXiff , Sidney
    2008 Levantefilm Festival, Bari, Italy
    2008 Valsusa Film Festival (Torino), Italy
    2008 Festival Cinema africano, Asia, America latina (Milano), Italy
    2008 Tekfestival (Roma), Italy
    2008 I Milleocchi (Trieste), Italy
    2008 Semaine Asymétrique / Polygone etoile – Marsiglia, France
    2007/01 IFFR – International Film Festival Rotterdam – Holland

    Taxidrivers, Lorena Di Stabile su Impressio in Urbe #3 Brescia

    Birdmen Magazine, Pietro Bocca su Dove vanno i vecchi dei che il mondo ignora?

    Il tempo impresso, su Dove vanno i vecchi dei che il mondo ignora?

    CineCriticaWeb, Francesco Grieco per il 40° Torino Film Festival

    Madmass Magazine, Carlo Capalbo su Dove vanno i vecchi dei che il mondo ignora?

    UniCt Magazine, Enrico Riccobene su Dove vanno i vecchi dei che il mondo ignora?

    Eco di Sicilia, su Dove vanno i vecchi dei che il mondo ignora?

    Brescia Oggi, Gian Paolo Laffranchi su Machinalive – Nomadica 2022

    Rapporto Confidenziale, Nomadica, Weekend On the Moon 2019. Intervista

    Do you need a sign?, Mauro Leone intervista Giuseppe Spina (luglio 2019)

    ¿What’s behind the concept of “body”?, José Sarmiento Hinojosa in Desistfilm

    Cinesinfin about Luminous variations in the city skies

    Corpi celesti: emulsioni, erosioni, film., Mattia Fiorino in Il tempo impresso

    DESISTFILM 2019 FILM ROUND-UP: THE LISTS – for IVONNE SHEEN filmmaker, film critic (Peru)

    Taxi Driver, Salvatore Insana su Màcula

    Indie-eye Cinema, Leonardo Strano su Màcula

    Read More
  • Omaggio al cinema di Augusto Tretti (1924-2013)

    On: 20 Novembre 2013
    In: 2013/2014
    Views: 960
     Like

    IL POTERE AUTARCHICO DEL CINEMA
    Omaggio al cinema di Augusto Tretti (1924-2013)
    in collaborazione con Cineteca Nazionale, Rapporto Confidenziale

    Anteprima della retrospettiva in collaborazione con Kinodromo:
    martedì 5 Novembre 2013 ore 21.00
    Cinema Europa / Kinodromo – Bologna
    IL POTERE” di Augusto Tretti (in collaborazione con la Cineteca Nazionale)
    a seguire “Augusto Tretti. Un ritratto” di Maurizio Zaccaro (alla presenza dell’autore)

    vai alla pagina

    Read More