Francesco Selvi

attesa_1

L’attesa

Italia, 2011, 00:10:20
produzione La Furia
fotografia Luca Nervegna
sceneggiatura Francesco Selvi
regia Francesco Selvi

C’ero una volta io, che ero un re.
Ricordo, serbo ancora memoria del mio regno, dei miei sudditi.
Loro, i miei sudditi, infidi e fedeli, savi e ignoranti, tutti morti.
Io nulla posso, ora.
Una sola croce. Stanno tutti là sotto. Ma non importa, non patisco, non provo rimorsi, né la tenebra mi afferra se chiudo gli occhi. Né ora né mai.

Una corte i cui ritmi sono dettati da azioni senza senso, reiterazione di idiozie, nani canterini, partite a scacchi infinite, cene all’ingozzo, scandite da una musica che ci porta ad uno stato di trance dove si riuscirà forse (e finalmente!) a perdere il controllo del lobo frontale soggiogatore per raggiungere il piacere puro della visione.

> Leggi l’articolo La musica di Iannis Xenakis in L’attesa di Francesco Selvi del M° Dario Agazzi – Rapporto Confidenziale, 09 febbraio 2017

__

ecco_1

Ecco

Italia, 2010, 00:04:00
produzione La Furia
soggetto Federico Fiumi
sceneggiatura Francesco Selvi, Luca Nervegna
fotografia Luca Nervegna
regia Francesco Selvi

Che altro è la vita se non azioni, ogni giorno le stesse per sempre, senza deviazioni, tic deformi di menti per lo più psicotiche, depresse, deviate, in poche parole normali. Nella propria cameretta, teatro degli orrori del perfido vivere ecco d’un tratto il gioco perverso, ecco il tarlo neuronale, ecco la fine del senso, ecco i bruchi che proliferano, ecco l’idiozia così idiota da diventar sublime, ecco don chisciotte contro i mulini, ecco uno squarcio di luce, ecco la solitudine che ci fa compagnia…ECCO.

Ma prima o poi doveva anche oggi finire… e allora via, verso altri orizzonti di sinistra serenità!

::::

Pterös di Francesco Selvi

::::

Collage di Francesco Selvi

 

Comments are closed.