weekend

[english version]

Un lungo weekend in occasione della festa dei morti. Una maratona non-stop fatta di incontri e scontri, proiezioni e ricezioni, suoni e visioni: in prima italiana decine di film internazionali,  distillati della più interessante ricerca contemporanea. E ancora seminari, focus, percorsi nello Spazio – in varie forme e formati, dalla notte al giorno e dal giorno alla notte. Lo Spazio Menomale, scavato verso il centro della terra, si fa galleria e sala-continua in cui sprofondare, sala di ricezione in cui non c’è tempo da trovare, con percorsi e crocevia che diventano – com’è solito nella pratica di Nomadica – l’opera stessa, unica, spiazzata e spiazzante, discontinua e non (sempre) schermata. Caos sotterraneo dove “risiede la forma perenne della vita”.

 

ANTICIPAZIONI
(presto il programma dettagliato)

 


 

 

30/31 ottobre
Anteprima. Che brilli la luce (proiezione e incontro)

 

LA LUCINA
un film di Fabio Badolato e Jonny Costantino,
con Antonio Moresco e Giovanni Battista Ricciardi,
tratto dall’omonimo romanzo di Antonio Moresco
(Prima proiezione pubblica del film. Con la presenza degli autori)

Due momenti dedicati a La lucina, magistrale “travaso” in cinema dell’opera di Antonio Moresco, dunque libro/film senza confini.
Il 30 ottobre presentazione e proiezione del film. Il 31, dal pomeriggio, un lungo incontro per discutere con gli autori della deflagrazione dei confini tra cinema, letteratura e vita. (Saranno presenti Fabio Badolato, Jonny Costantino, Antonio Moresco)
Il sito del film: http://www.lalucina.xyz/

 

 

 

 


 

 

dall’1 al 4 Novembre – Spazio Menomale, via de’ Pepoli 1/A, Bologna
“WEEKEND COI MORTI” • una selezione internazionale di film veramente differenti
[sala1 h16.00/02.00 • sala2 h10.30/02.00 • sala centrale h24]

 

 

Sezione 1 [programma generale – sala 1]
Il principio di questa selezione non risiede nella coerenza fra le opere, men che meno nel gusto personale, bensì nell’eterogeneità degli sguardi, sì da restituire un quadro fedele dell’attuale tendenza, variegata appunto, della ricerca contemporanea. La scelta dei filmmaker ci ha portato nei paesi più disparati e in dimensioni del racconto diametralmente opposte, pertanto ci aspettiamo che dallo scontro dei loro lavori possa verificarsi un’esperienza inedita, fatta di richiami inattesi e di contrasti accesi. In ultima istanza nei giorni della mostra speriamo di contribuire alla rottura con l’anacronismo delle visioni mansuete, affinché l’anormalità divenga la norma e lo sguardo spettatoriale sia liberato dalle catene che ne impediscono l’esplosione. (a cura di Giulia Mazzone, Riccardo Re, Giuseppe Spina)

fotogramma da Delphi Falls, di Mary Helena Clark

Con i film di:
Albert Alcoz, Prantik Basu, Christopher Becks,
Dan Browne, Pietro Bulgarelli, Jaione Camborda,
Mary Helena Clark, Mierien Coppens, Samuel Delgado,
Nazlı Dinçel, James Edmonds, Luca Ferri, Helena Giron,
Emmanuel Lefrant, Pietro Librizzi, Azucena Losana,
Francis Magnenot, Takashi Makino, Stefano Miraglia,
Pablo Polanco, Monica Saviron, Giuseppe Spina,
Katia Viscogliosi, John Woodman

(tutti i film di questa sezione saranno proiettati due volte in giorni e orari differenti)

 

 

 

 

Sezione 2 [multifocus, sala 1]
• Focus a cura di Rinaldo Censi – Atomic Light (Shadow Optics)con film di: Allan Dwan, Tony Conrad
• Focus a cura di Alessio Galbiati – La Machine infernalecon film di: Mark LaGanga, Jon Rafman, Georges Méliès
• Focus a cura di Tommaso Isabella – Cristalli liquidicon film di: Jan Cornelis Mol, Louis Henderson, Tinne Zenner, Jacques Perconte
• Focus a cura di Stefano Miraglia – NOMADICA ODEPORICA PLASTICAcon film di: Pauline Rigal, Julio Fermepin, Pierre Voland, Elsa Brès, Mauricio Freyre, Leandro Varela, Tinne Zenner

Sezione 3 [Percorsi nello Spazio#1, sala 1]
selezione di lavori in 16mm a cura di Riccardo Re (promosso da Ass. Menomale)
Con i film di: Robert Breer, Cecile Fontaine, Larry Jordan, Len Lye, Fern Silva, Deborah Stratman
+ Vaghe Stelle (Alkaid, Mizar, Alioth), di Mauro Santini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sezione 4 [Atelier – sala 2]
1 novembre, mattina h10.00 / h13.00
seminario con Flavio Fusi Pecci, accademico esperto di evoluzione stellare, galassie e cosmologia. È stato Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Bologna
(promosso da Ass. Menomale in collaborazione con SOFOS)

2 novembre, mattina h10.00 / h13.00
seminario: “Storie della visione. L’arte come scuola dei sensi (e del senso)” con Francesco Cattaneo, ricercatore e docente di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna
Che cosa significa vedere? E che ruolo riveste, nel nostro essere al mondo, la visione artistica? Il seminario non mira a definizioni generali, ma piuttosto a sviluppare incontri (e racconti), utilizzando specifiche esperienze filosofiche, cinematografiche, pittoriche, letterarie come catalizzatori per la riflessione. Si tenterà, per questa via, di far emergere come i nostri sensi (nella duplice accezione che rimanda alla sensibilità e al significato), lungi dal ridursi a un qualcosa di “naturale”, richiedano un esercizio continuo, soprattutto nei termini dello “s-regolamento” di cui parla Rimbaud.
3 novembre, mattina h10.00 / h11.30
Colazione con MOVIMCAT: Stefano Miraglia presenta il progetto curatoriale The Moving Image Catalog + disquisizione aperta sul tema delle disseminazioni online dei film d’artista

Sezione 5 [AudioWebTeleVisionArchive – sala2]

Differenti materiali d’archivio audio-video, web, tv, smontati e riassemblati da: Federico Epifanio, Giuseppe Spina, Tommaso Isabella, Elisa Cuter, Francesco Selvi, Alessio Galbiati (in elaborazione)

 


 

 

 

 

 

Sezione 6 [Wunderground – sala centrale]
Lo spazio ospiterà oggetti e opere di ogni tipo, mentre in un altarino domestico saranno raccolte le “ofrendas” in onore dei defunti.

Percorsi nello Spazio#2 (in girum…): Sganciarsi dalla terra (promosso da Ass. Menomale)
Ai partecipanti sarà donata una “mappa astrourbana” che li guiderà alla scoperta delle “cose celesti” tra le vie e i palazzi della città

 

 


Con
Associazione Menomale
Libreria Modo Infoshop
Rifrazioni. Dal cinema all’oltre
Rapporto Confidenziale
La Camera Ardente
The Moving Image Catalog

#allalucedeimorti #nomadica #ognunocoisuoisanti #wunderground #sganciarsidallaterra #verydifferentcinema

Comments are closed.