Hannes Schüpbach

 Hannes SCHÜPBACH-Film still from Portrait mariage_01_2525x1832px

INSTANTS. INCONTRO CON HANNES SCHÜPBACH

Sabato 24 ottobre – ore 17.00
Home Movies – Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20
(Archivio Aperto 2015 – programma generale)

L’opera dell’artista svizzero Hannes Schüpbach (1965) ruota da sempre intorno ai concetti di movimento e di scoperta attraverso la memoria.
Fin dall’inizio degli anni Novanta la sua pratica artistica, sia nelle installazioni che nei suoi serial paintings, ha presentato elementi di derivazione cinematografica, ma è dal 1999 che inizia a realizzare dei veri e propri film in 16mm. Epifanie dello sguardo che ci riportano a un’idea di cinema puro, come se scoprissimo per la prima volta il movimento delle immagini, i suoi film sono caratterizzati da atmosfere oniriche e colorate, che enfatizzano l’atto corporeo del vedere e ri-vedere. Film che si fondano sulla creazione di una muta partitura ritmica attraverso le immagini. “È la mancanza – o meglio, l’assenza di sonoro nei film di Hannes Schüpbach che ha spesso… generato la concezione che la specifica struttura dei suoi film, ovvero, il modo in cui la maggior parte delle inquadrature sono seguite da un’immagine a nero (alcune più lunghe, altre più brevi), abbia qualche somiglianza con il processo di composizione musicale. Questo uso del ritmo all’interno dei film svolge la funzione della colonna sonora? È certamente vero che l’intreccio delle immagini e delle non-immagini che prevale nei suoi film implica il ritmo; richiama alla mente l’intermittenza del flusso di immagini e linguaggio” (Maja Naef, Talking about Film, in Maja Naef (Editor), Talking about SPIN / VERSO / CONTOUR by Hannes Schüpbach, Berlin: Revolver Publishing, 2015.)

INSTANTS è la prima occasione per il pubblico italiano di apprezzare i suoi lavori, dopo che sono stati ammirati in prestigiosi musei e gallerie di tutto il mondo, dalla Tate Modern di Londra al Centre Pompidou di Parigi.
Durante l’incontro Hannes Schüpbach presenterà, dialogando con il pubblico, due programmi di film in 16mm:

Part I: Portrait mariage (2000, 9’) e Instants (2012, 16’). Il primo ruota intorno a un motivo tessile: una rete di nastri, tessuti, intrecci – di mani, di paesaggi, di fiori – che si estende nelle profondità delle immagini di un motivo classico degli home movies, il matrimonio. Attraverso questa rete colorata e trasparente compaiono i gesti e le relazioni, i dettagli dei movimenti e i paesaggi naturali. Corpi e spazi visibili ma nascosti che lasciano spazio all’immaginazione dello spettatore. Instants, invece, è una riflessione sull’idea di “istante” così centrale in molte pratiche artistiche – fotografia, letteratura, cinema -, un momento che rompe la linearità del tempo e cattura lo sguardo: un gesto, una mano che scrive, una ragazza che compare dal nulla.
Parti II: la trilogia Spin / Verso / Contour (2011, 12’/13’/16’) che si concentra sull’atto materiale della visione. Lo spettatore di ritrova in uno spazio onirico in cui le ripetizioni e le variazioni ritmiche suscitano ricordi e attivano il meccanismo della memoria.
> proiezione film in 16 mm – Anteprima italiana

 

Hannes Schüpbach_INSTANTS_03

Comments are closed.