• weekend_

    On: 15 settembre 2018
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like

    [versione italiana]

    A weekend-long, non-stop marathon on the occasion of the “Day of the Dead”; meetings and clashes, screenings and receptions, sounds and visions: dozens of international films’ and Italian premieres, a distillation of the most interesting contemporary experimentations.
    Also: seminars, focuses, Space itineraries – in various shapes and formats, from night to day and from day to night. Spazio Menomale, dug towards the centre of the earth, turns into an art gallery and a perpetual theater where you can sink, a perception room in which there is no time to find, filled with routes and crossroads that become – as always in Nomadica’s experience – the artwork itself, unique, displaced and displacing, irregular and not (always) screened-off. Underground chaos where “the everlasting shape of life” resides.

     

    SPOILERS
    (soon the detailed programme)

     


     

     

    30/31 October
    Preview. That the life can shine (screening and meeting)

     

    LA LUCINA
    a film by Fabio Badolato and Jonny Costantino
    with Antonio Moresco and Giovanni Battista Ricciardi
    based on the homonym novel by Antonio Moresco
    (First public screening of the film, in presence of the authors)

    Two moments dedicated to La Lucina, masterful translation into film of Antonio Moresco’s masterworks, and therefore a book/movie without borders.
    On October 30th the film will be presented and screened. On October 31st, in the afternoon and evening, there will be a long meeting with the authors (Fabio Badolato, Jonny Costantino and Antonio Moresco)  to discuss about the deflagration of borders between cinema, literature and life.
    http://www.lalucina.xyz/

     

     

     

     


     

     

    from 1 to 4 November– Spazio Menomale, Bologna
    “Weekend with the Dead” • an international selection of very different films
    [screening room 1 h4.00 pm / 02.00 am • screening room 2 h10.30 am /02.00 am • central hall h24]

     

     

    Section 1 [general programme – room 1]
    The principle of this selection is not the showing of coherence between the works, much less the personal taste, it is about the heterogeneity of vision, in order to give back a faithful overview of the current – diversified – trend of contemporary experimentalism. Because the selection of film-makers that will be presented took us to the most disparate countries, through diametrically opposite dimensions of storytelling, we expect an unprecedented experience generated from the clash of their films, made of unexpected echoes and vivid collisions. During the days of this exhibition, we ultimately hope to give our contribution to to the break with the anachronism of meek visions, so that abnormality can become the rule and the viewer’s gaze can free itself from the chains that prevent it from exploding. (curated by Giulia Mazzone, Riccardo Re, Giuseppe Spina)
    fotogramma da Delphi Falls, di Mary Helena Clark

    With films by :
    Albert Alcoz, Prantik Basu, Christopher Becks,
    Dan Browne, Pietro Bulgarelli, Jaione Camborda,
    Mary Helena Clark, Mierien Coppens, Samuel Delgado,
    Nazlı Dinçel, James Edmonds, Luca Ferri, Helena Giron,
    Emmanuel Lefrant, Pietro Librizzi, Azucena Losana,
    Francis Magnenot,Takashi Makino, Stefano Miraglia,
    Pablo Polanco, Monica Saviron, Giuseppe Spina,
    Katia Viscogliosi, John Woodman
    (all the films in this section will be screened twice in different days and times)

     

     

     

     

    Section 2 [multifocus, room 1]
    • Focus curated by Rinaldo Censi – Atomic Light (Shadow Optics)with films by Allan Dwan and Tony Conrad
    • Focus curated by Alessio Galbiati – The infernal Machinewith films by: Mark LaGanga, Jon Rafman and George Melies
    • Focus curated by Tommaso Isabella – Liquid Crystalswith films by: Jan Cornelius Mol, Louis Henderson, Tinne Zenner, Jacques Perconte
    • Focus curated by Stefano Miraglia – NOMADICA ODEPORICA PLASTICAwith films by: Pauline Rigal, Julio Fermepin, Pierre Voland, Elsa Brès, Mauricio Freyre, Leandro Varela, Tinne Zenner

    Section 3 [Space Itineraries#1, room 1]
    Space Itineraries #1 curated by Riccardo Re, promoted by Ass. Menomale
    With films by: Robert Breer, Cecile Fontaine, Larry Jordan, Len Lye, Fern Silva, Deborah Stratman – screenings on 16mm
    + Vaghe Stelle (Alkaid, Mizar, Alioth), by Mauro Santini

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Section 4 [Atelier – room 2]
    1 november, h10.00 am / h1.00 pm
    seminary with Flavio Fusi Pecci, academic, expert in stars evolution, galaxies and cosmology. He was director of Bologna Astronomical Observatory
    (promoted by Ass. Menomale in collaboration with SOFOS)
    2 November, h10.00am / h 1.00 pm
    seminary “Stories of vision. Art as school of senses (and sense)” with Francesco Cattaneo, researcher and professor of Aesthetics, Department of Philosophy and Communication Studies, University of Bologna
    What it means “to see”? And what role does the artistic vision play, in our being in the world? The seminary doesn’t aim to general definitions, but rather to develop encounters (and recounts), using specific philosophical, cinematographic, pictorial and literary experiences as catalysts for meditation. I’ll try, by this way, to bring out how our senses (in the double meaning that refers to sensitivity and significance), far from being reduced to something “natural”, require an uninterrupted exercise, especially in the terms of the “dissolution” referred to by Rimbaud.
    3 November, h 10.00am / 11.30am
    Breakfast with MOVIMCAT: Stefano Miraglia presents his curatorial project The Moving Image Catalog + collective rambling about the online dissemination of artists’ moving image

    Section 5 [AudioWebTeleVisionArchive – room 2]
    Different programs of audio/video materials, web, television
    by Federico Epifanio, Giuseppe Spina, Tommaso Isabella, Elisa Cuter, Francesco Selvi, Alessio Galbiati

     

     

    Section 6 [Wunderground – central hall]
    The venue will host objects and works of any kind that anyone can bring and exhibit. A recollection of “ofrendas” will be in an home altar in honour of the dead.

    Space Itineraries #2 (in girum…): Break away from the earth (promoted by Ass. Menomale)
    An “urban – star” map will be donated to participants, to guide them through the discovery of “celestial things” through the streets and buildings of the city.

     

     


    With
    Associazione Menomale
    Libreria Modo Infoshop
    Rifrazioni. Dal cinema all’oltre
    Rapporto Confidenziale
    La Camera Ardente
    The Moving Image Catalog

    #inthelightofdead #nomadica #everyonewiththeirownsaints #wunderground #breakawayfromthearth

    Read More
  • weekend

    On: 13 settembre 2018
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like

    [english version]

    Un lungo weekend in occasione della festa dei morti. Una maratona non-stop fatta di incontri e scontri, proiezioni e ricezioni, suoni e visioni: in prima italiana decine di film internazionali,  distillati della più interessante ricerca contemporanea. E ancora seminari, focus, percorsi nello Spazio – in varie forme e formati, dalla notte al giorno e dal giorno alla notte. Lo Spazio Menomale, scavato verso il centro della terra, si fa galleria e sala-continua in cui sprofondare, sala di ricezione in cui non c’è tempo da trovare, con percorsi e crocevia che diventano – com’è solito nella pratica di Nomadica – l’opera stessa, unica, spiazzata e spiazzante, discontinua e non (sempre) schermata. Caos sotterraneo dove “risiede la forma perenne della vita”.

     

    ANTICIPAZIONI
    (presto il programma dettagliato)

     


     

     

    30/31 ottobre
    Anteprima. Che brilli la luce (proiezione e incontro)

     

    LA LUCINA
    un film di Fabio Badolato e Jonny Costantino,
    con Antonio Moresco e Giovanni Battista Ricciardi,
    tratto dall’omonimo romanzo di Antonio Moresco
    (Prima proiezione pubblica del film. Con la presenza degli autori)

    Due momenti dedicati a La lucina, magistrale “travaso” in cinema dell’opera di Antonio Moresco, dunque libro/film senza confini.
    Il 30 ottobre presentazione e proiezione del film. Il 31, dal pomeriggio, un lungo incontro per discutere con gli autori della deflagrazione dei confini tra cinema, letteratura e vita. (Saranno presenti Fabio Badolato, Jonny Costantino, Antonio Moresco)
    Il sito del film: http://www.lalucina.xyz/

     

     

     

     


     

     

    dall’1 al 4 Novembre – Spazio Menomale, via de’ Pepoli 1/A, Bologna
    “WEEKEND COI MORTI” • una selezione internazionale di film veramente differenti
    [sala1 h16.00/02.00 • sala2 h10.30/02.00 • sala centrale h24]

     

     

    Sezione 1 [programma generale – sala 1]
    Il principio di questa selezione non risiede nella coerenza fra le opere, men che meno nel gusto personale, bensì nell’eterogeneità degli sguardi, sì da restituire un quadro fedele dell’attuale tendenza, variegata appunto, della ricerca contemporanea. La scelta dei filmmaker ci ha portato nei paesi più disparati e in dimensioni del racconto diametralmente opposte, pertanto ci aspettiamo che dallo scontro dei loro lavori possa verificarsi un’esperienza inedita, fatta di richiami inattesi e di contrasti accesi. In ultima istanza nei giorni della mostra speriamo di contribuire alla rottura con l’anacronismo delle visioni mansuete, affinché l’anormalità divenga la norma e lo sguardo spettatoriale sia liberato dalle catene che ne impediscono l’esplosione. (a cura di Giulia Mazzone, Riccardo Re, Giuseppe Spina)

    fotogramma da Delphi Falls, di Mary Helena Clark

    Con i film di:
    Albert Alcoz, Prantik Basu, Christopher Becks,
    Dan Browne, Pietro Bulgarelli, Jaione Camborda,
    Mary Helena Clark, Mierien Coppens, Samuel Delgado,
    Nazlı Dinçel, James Edmonds, Luca Ferri, Helena Giron,
    Emmanuel Lefrant, Pietro Librizzi, Azucena Losana,
    Francis Magnenot, Takashi Makino, Stefano Miraglia,
    Pablo Polanco, Monica Saviron, Giuseppe Spina,
    Katia Viscogliosi, John Woodman

    (tutti i film di questa sezione saranno proiettati due volte in giorni e orari differenti)

     

     

     

     

    Sezione 2 [multifocus, sala 1]
    • Focus a cura di Rinaldo Censi – Atomic Light (Shadow Optics)con film di: Allan Dwan, Tony Conrad
    • Focus a cura di Alessio Galbiati – La Machine infernalecon film di: Mark LaGanga, Jon Rafman, Georges Méliès
    • Focus a cura di Tommaso Isabella – Cristalli liquidicon film di: Jan Cornelis Mol, Louis Henderson, Tinne Zenner, Jacques Perconte
    • Focus a cura di Stefano Miraglia – NOMADICA ODEPORICA PLASTICAcon film di: Pauline Rigal, Julio Fermepin, Pierre Voland, Elsa Brès, Mauricio Freyre, Leandro Varela, Tinne Zenner

    Sezione 3 [Percorsi nello Spazio#1, sala 1]
    selezione di lavori in 16mm a cura di Riccardo Re (promosso da Ass. Menomale)
    Con i film di: Robert Breer, Cecile Fontaine, Larry Jordan, Len Lye, Fern Silva, Deborah Stratman
    + Vaghe Stelle (Alkaid, Mizar, Alioth), di Mauro Santini

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Sezione 4 [Atelier – sala 2]
    1 novembre, mattina h10.00 / h13.00
    seminario con Flavio Fusi Pecci, accademico esperto di evoluzione stellare, galassie e cosmologia. È stato Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Bologna
    (promosso da Ass. Menomale in collaborazione con SOFOS)

    2 novembre, mattina h10.00 / h13.00
    seminario: “Storie della visione. L’arte come scuola dei sensi (e del senso)” con Francesco Cattaneo, ricercatore e docente di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna
    Che cosa significa vedere? E che ruolo riveste, nel nostro essere al mondo, la visione artistica? Il seminario non mira a definizioni generali, ma piuttosto a sviluppare incontri (e racconti), utilizzando specifiche esperienze filosofiche, cinematografiche, pittoriche, letterarie come catalizzatori per la riflessione. Si tenterà, per questa via, di far emergere come i nostri sensi (nella duplice accezione che rimanda alla sensibilità e al significato), lungi dal ridursi a un qualcosa di “naturale”, richiedano un esercizio continuo, soprattutto nei termini dello “s-regolamento” di cui parla Rimbaud.
    3 novembre, mattina h10.00 / h11.30
    Colazione con MOVIMCAT: Stefano Miraglia presenta il progetto curatoriale The Moving Image Catalog + disquisizione aperta sul tema delle disseminazioni online dei film d’artista

    Sezione 5 [AudioWebTeleVisionArchive – sala2]

    Differenti materiali d’archivio audio-video, web, tv, smontati e riassemblati da: Federico Epifanio, Giuseppe Spina, Tommaso Isabella, Elisa Cuter, Francesco Selvi, Alessio Galbiati (in elaborazione)

     


     

     

     

     

     

    Sezione 6 [Wunderground – sala centrale]
    Lo spazio ospiterà oggetti e opere di ogni tipo, mentre in un altarino domestico saranno raccolte le “ofrendas” in onore dei defunti.

    Percorsi nello Spazio#2 (in girum…): Sganciarsi dalla terra (promosso da Ass. Menomale)
    Ai partecipanti sarà donata una “mappa astrourbana” che li guiderà alla scoperta delle “cose celesti” tra le vie e i palazzi della città

     

     


    Con
    Associazione Menomale
    Libreria Modo Infoshop
    Rifrazioni. Dal cinema all’oltre
    Rapporto Confidenziale
    La Camera Ardente
    The Moving Image Catalog

    #allalucedeimorti #nomadica #ognunocoisuoisanti #wunderground #sganciarsidallaterra #verydifferentcinema

    Read More
  • Realizzazioni

    On: 2 gennaio 2018
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like
    Il concetto di produzione in senso classico non ci appartiene, Nomadica non è una casa di produzione.
    Sostiene il lavoro creativo e realizzativo di autori solitari e radicali attraverso collaborazioni pratiche, collegamenti, condivisioni. Svincolato da ogni forma contrattuale l’autore è e resta unico proprietario dell’opera, della quale determina ogni fase e passaggio.

    LO SPIRITO DELLA NOTTE
    un film di Manfredo Manfredi

    MÀCULA
    un film di Giuseppe Spina e Leonardo Carrano
    musica Ennio Morricone
    parole e voce Antonio Rezza

    Impressio in-urbe (#1 Bologna)
    italia, 2017, 16’55”, super8/digitale
    un film di Giuseppe Spina
    Produzione:
    Accademia di Belle Arti di Bologna, Nomadica, Home Movies – Archivio Nazionale del film di famiglia

     

    cane caro / dog, dear
    ita, 2015, 18′
    regia: Luca Ferri

    Città-Stato (’92-’94), versione 2015
    italia, 2015, 32’00”
    realizzato da Giuseppe Spina

    Jazz for a massacre
    Ita-Pol / 2014 / 00:15:20
    a film by Leonardo Carrano and Giuseppe Spina
    music by Noise of Trouble (Marco Colonna)

    KAPUTT – KATASTROPHE
    italia, 2012, 00:15:50
    regia: Luca Ferri
    musiche: Dario Agazzi

    el tiempo del no tiempo
    Messico/Italia, 2013, 44’00”
    realizzato da Giuseppe Spina e Giulia Mazzone

    Read More
  • RENCONTRES 2014 / BANDITS-MAGES

    On: 16 ottobre 2014
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like

    [ Un estratto dalle note di intenzione di Bandits-Mages, firmato da Isabel Carlier che è anche il riflesso del legame con Nomadica ]

    Quoi?
    La programmation annuelle de Bandits-Mages aborde des thématiques contemporaines et historiques, tout en mettant en place les conditions nécessaires aux différentes façons de montrer les images et d’entendre les sons aujourd’hui: séances de cinéma, analyses de films, installations multimédias, plateaux vidéos ou encore performances sonores et visuelles.
    Pendant huit jours, les Rencontres Bandits-Mages sont le point focal qui vient élargir notre horizon. Les Rencontres invitent les artistes, les étudiants, les visiteurs venus d’un peu partout autant que les habitants berruyers à entrer dans des mondes qui leur sont proches ou étrangers.
    L’articulation entre les problématiques artistiques et les questions politiques, partagées par les artistes et les cinéastes invités, ouvre un espace à explorer fait d’esthétiques différentes mais aussi de sens commun. Elle nourrit une volonté de relier ce qui compose un univers complexe. – Isabel Carlier –

    Chi?
    Il programma annuale di Bandits-Mages affronta delle tematiche storiche e contemporanee, attraverso differenti modi di fruire immagini e suoni: le sessioni di cinema, l’analisi di film, le installazioni multimediali, etc.
    Per otto giorni, i Rencontres Bandits-Mages diventano il punto focale per allargare il nostro orizzonte, con artisti, studenti, visitatori e con tutte quella gente disposta a entrare in mondi che possono essergli vicini o lontani.
    L’articolazione tra le problematiche artistiche e le questioni politiche condivise tra gli artisti e i cineasti invitati, apre uno spazio da esplorare fatto di estetiche diverse ma anche di senso comune, che nutre il desiderio di rintracciare quello che compone un universo  complesso. – Isabel Carlier –

    VAI AL SITO DI BANDITS-MAGES

    Sur le programme de Nomadica, 11- 12 Novembre, en présence de Giuseppe Spina et de Luca Ferri

    «Le but principal de chaque recherche est l’enquête même. Nous travaillons sur deux types d’enquête: une “interne” – comme acte personnel et intime de ce que l’on est, et a été, pour devenir autre chose; l’autre “externe” – quand on se donne à l’acte de l’autre et avec lui, et pour lui, on devient autre chose.
    La recherche est ainsi en continuelle mutation. Rien n’est définitivement saisissable, aucun concept, vérité, réalité, langage. Chaque définition comme chaque forme qui se répète est la mort, et ce texte même est une définition.
    Donc le cinéma ! Splendide moyen ambigu dont le langage peut être celui d’un enfant, insaisissable, frais, méconnaissable dans sa valence sociale – mais chargé de sensation, animal, au risque de l’incompréhension, mais exactement pour cette raison interprétable par tout un chacun, donc en soi “libérateur”.
    Et alors ne parlons plu. Restons sans un mot.» – Giuseppe Spina –

    «La finalità principale di ogni ricerca è l’indagine stessa. Lavoriamo su due tipi di indagine: una “interna” – come atto personale e intimo di ciò che si è, e si è stati, per divenire altro; l’altra “esterna” – quando ci si dona all’atto dell’altro e con esso, e per esso, si diviene altro. Così la ricerca è mutazione continua. Niente è definitivamente afferrabile, nessun concetto, verità, realtà, linguaggio. Ogni definizione, così come ogni forma che si ripete, è la morte, e questo stesso testo è una definizione.
    Dunque il cinema! Splendido ambiguo mezzo il cui linguaggio può essere quello di un infante, inafferrabile, fresco, irriconoscibile nella sua valenza sociale – cioè spoglio di valenza sociale – ma carico di sensazione, animale, a rischio incomprensione, ma proprio per questo interpretabile da ognuno quindi già in sé “liberante”.
    E allora non parliamo più. Restiamo-senza-parole.» – Giuseppe Spina –

    IL PROGRAMMA DI NOMADICA


    Sponsor

    Partner

     

     

    Read More
  • Nomadica / Capo d’Orlando, agosto 2014

    On: 15 agosto 2014
    In: 2013/2014
    Views: 193
     Like

    capo d'orlando_nomadica

    Augusto Tretti, Luigi Di Gianni, Norman McLaren, John Giorno, Luigi Di Ruscio, Domenico Brancale, Jonny Costantino, Antonello Faretta, Archivio INVIDEO, Andrea Martignoni, Luca Ferri, Davide Manuli, Leonardo Carrano, l’Animazione italiana contemporanea, l’Underground italiano dei ’60, …

    qui il programma completo e il giornale della mostra

    Read More