• workshop VII _ Leonardo Carrano

    On: 4 aprile 2016
    In: 2015/2016
    Views: 38
     Like

    Come l’ala di una farfalla
    workshop di lavorazione su pellicola 35mm e animazione sperimentale
    • con la partecipazione di Giannalberto Bendazzi •
    1.2.3 Aprile 2016

    + presentazione dei tre volumi “Animation – A World History”
    e proiezione “Aeterna”, presso la
    Cineteca di Bologna (1 Aprile)

    in collaborazione con Spazio Menomale, Cineteca di Bologna, Associazione Ottomani

    Tre giorni di teoria e lavorazione pratica su pellicola con Leonardo Carrano, artista di cinema d’animazione sperimentale, che ha creato uno stile unico nel suo genere, in grado di fondere linguaggi e metodologie diverse che passano costantemente dal dato concreto all’astrattismo, unendo la musica alle più innovative tecniche di animazione artigianale.

    Read More
  • 21 dicembre 2014, Nomadica@Spazio Labus

    On: 2 febbraio 2015
    In: 2014/2015
    Views: 22
     Like

    più info sul film

    aeterna

    Read More
  • Manfredo Manfredi

    On: 8 dicembre 2014
    In: Senza categoria
    Views: 0
     Like

    frame da

    Manfredo Manfredi (1934) nacque come pittore e scenografo, poi si dedicò all’animazione con cortometraggi di denuncia sociale come Ballata per un pezzo da novanta (1966, sulla mafia siciliana) o Su sàmbene non est abba (1969, sul banditismo in Sardegna; il titolo, in sardo, significa “il sangue non è acqua”). Si è poi affermato come mirabile creatore di atmosfere visionarie e il suo Dedalo, del 1976, è l’unico film italiano ad aver vinto un Gran Premio a un festival internazionale di serie A, quello di Ottawa. All’inizio degli anni Novanta ha creato due brevi, splendidi adattamenti cinematografici da opere letterarie: Il canto XXVI dell’Inferno da Dante (si tratta del canto di Ulisse) e Le città invisibili da Italo Calvino. (Giannalberto Bendazzi, Lezioni sul cinema d’animazione, Cuem, Milano, 2004, 2005)

    Pubblichiamo e condividiamo, in accordo con l’autore, il film “Le città Invisibili” (1998), liberamente tratto dall’omonimo testo di Calvino.

    [one_half]

    La perenne riflessione di Manfredi sulla violenza, una violenza che perviene puntualmente alla distruzione, si traduce in un’opera di alta poesia che rimane nella memoria di molti. Nei suoi lavori, tutti vivamente policromi, l’autore si riferisce a parentesi amare di una società in sfacelo, e lo fa attraverso un mezzo filmico come il disegno in animazione e con mezzi squisitamente pittorici che propongono allo spettatore l’urgenza di problemi ormai non più differibili. (da Il cinema disegnato: storia e tecnica di Mario Pintus e Francesco Guido, 1992)

    … Manfredo Manfredi è un pittore che, assai più degli altri, ha lavorato lungamente nell’ombra e per alcuni lustri non ha fatto mostre, partecipando alla vita artistica come un addetto ai lavori in incognito; ma il quadro della sua attività, se pure disegnato con una sorta di aristocratica solitudine, ora nelle professioni più assorbenti che esercita dal 1964, il cinema di animazione e la scenografia, ora dentro l’amata pittura, è quello di un professionista: anzi m’è capitato poche volte di festeggiare in un pittore non di carriera un baricentro di gusto così preciso e stabile, del resto assorbito negli anni della gioventù, quando, nel diplomarsi in scenografia alla Accademia di Belle Arti di Roma, Manfredo fu amico dei Pascali, dei Kounellis, dei Ceroli, dei Piruca, “giovani” che a quel tempo segnavano il clima nuovo delle ricerche e dei risultati in Italia, prima e a fianco della pop art . (Marcello Venturoli, Catalogo della mostra “Un viaggio tra pittura e animazione. L’arte di Manfredo Manfredi”, 2002)

    L’animazione di Manfredi è quanto di più sofisticato possa esistere: apparentemente effimera (distrugge gli originali in corso d’opera), ha mantenuto il respiro di un’arte indipendente e offre la chiave di lettura più veritiera dei suoi quadri e disegni. (Oscar Cosulich, Catalogo della mostra “Un viaggio tra pittura e animazione. L’arte di Manfredo Manfredi”, 2002)

    Credo che l’animazione sia uno di quei fatti creativi pieni perché è fatta di musica, di ritmi, di regia, una serie di fatti che convergono nell’opera, è appagante perché è un’opera a tutto tondo.
    Questa è la motivazione che mi do se mi chiedo perché faccio animazione, è un modo di esprimersi e questo è il mio modo di fare animazione, cercando l’immediatezza del segno, per questo mi piace disegnare e dipingere direttamente, perché è un modo di essere, una cifra. (Manfredo Manfredi, da Il cinema d’animazione italiano oggi di Sabrina Perucca)

    [/one_half] [one_half_last]dante_manfredo_manfredi_nomadica[/one_half_last]

    Scritti sull’arte di Manfredo Manfredi

    Il pdf contiene i seguenti articoli:
    – Giannalberto Bendazzi, “Fantasia e chiarezza: Manfredo Manfredi”, NewCinema, 1971
    – Massimo Maisetti, “Dedalo”, Letture, 1976
    – Attilio Giovannini, “Concerto per matita ben temperata di Manfredi”, Linea Grafica, 1980
    – estratto da Mario Pintus e Francesco Guido, “Il cinema disegnato: storia e tecnica”, 1992
    – Sabrina Perucca, “L’arte di Manfredo Manfredi” + intervista, Il cinema d’animazione italiano oggi, 2008
    – dal catalogo della mostra “In viaggio tra pittura e animazione, l’arte di Manfredo Manfredi” (2002), tre interventi di Oscar Cosulich, Marcello Venturoli, Emidio De Albentis

    Read More
  • Nomadica / Capo d’Orlando, agosto 2014

    On: 15 agosto 2014
    In: 2013/2014
    Views: 27
     Like

    capo d'orlando_nomadica

    Augusto Tretti, Luigi Di Gianni, Norman McLaren, John Giorno, Luigi Di Ruscio, Domenico Brancale, Jonny Costantino, Antonello Faretta, Archivio INVIDEO, Andrea Martignoni, Luca Ferri, Davide Manuli, Leonardo Carrano, l’Animazione italiana contemporanea, l’Underground italiano dei ’60, …

    qui il programma completo e il giornale della mostra

    Read More
  • Illustrazione animata _ Il cinema di Virginia Mori e Magda Guidi

    On: 5 maggio 2014
    In: 2013/2014
    Views: 27
     Like

    7maggio2014
    SalaNomadica|SpazioMenomale h21.45 Bologna
    Incontro con due delle animatrici più importanti del momento, i loro film, la loro passione.
    Presenta Andrea Martignoni

     

    locandina_menomale_VirginiaMagda Read More